Il Prof. Stefano Pallanti e Disturbo da Gioco d’Azzardo: Più di 20 anni di ricerca e cura

Il Prof. Stefano Pallanti ha cominciato la ricerca e cura del Disturbo da Gioco d’Azzardo quando non si sapeva quasi niente del disturbo. Nel 1999 ne ha parlato il giornale Cinquantamila.it

http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerArticolo.php?storyId=0000000038117

Oggi, Il Prof. Stefano Pallanti ha vinto un importante grant finanziata dal National Institutes of Health, la prima al mondo che metta insieme il metodo di stimolazione magnetica (TMS) per fare ricerca e terapia allo stesso tempo. La patologia da curare è la dipendenza dal gioco d’azzardo. (dal Corriere Fiorentino del 13 Ottobre 2017).

Il Prof. Pallanti è uno dei maggiori studiosi e esperti delle patologie da dipendenze comportamentali.

La missione del Prof. Sefano Pallanti è stato sempre quello di basare la cura individualizzata al risultato delle ricerche più avanzate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Sono presenti tre tipi di cookie: COOKIE c.d. TECNICI - si tratta di cookie utilizzati per permettere il corretto funzionamento e la corretta navigazione sul sito dell' Istituto di Neuroscienze. I cookie tecnici vengono ad esempio utilizzati per la funzionalità di login dell'utente. Sono erogati dai server dell' Istituto ma possono essere erogati anche da server di terzae parti come per esempio alcuni social network presenti nella pagine del sito. COOKIE c.d. ANALITICI - si tratta di cookie utilizzati al fine di analizzare i percorsi di navigazione, la provenienza ed il successivo indirizzo in uscita dei visitatori. Servono sostanzialmente per analisi statistiche e per l'individuazione di errori nel sito. I dati sono raccolti in modo anonimo. Sono erogati dal server dell' Istituto di Neuroscienza o da terze parti. COOKIE c.d. di PROFILAZIONE - questi cookie invece sono cookie che consentono di memorizzare sul computer del visitatore alcuno informazioni che possono essere poi reperite da terze parti. Servono per esempio per erogare pubblicità mirate in base al tipo di pagine e/o di domini visitati. L'accettazione dei cookie erogati durante la visita di www.istitutodineuroscienze.it comporta anche l'accettazione dei cookie di profilazione. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi